Toggle Nav
Carrello

CHITOSANO

Disponibile
SKU
CHITOSANO
Elementi prodotti raggruppati
Nome prodotto Qtà
Chitosano 1L
29,30 €
Chitosano 3L
80,60 €
Chitosano 10L
237,90 €

Elicitore dei meccanismi di autodifesa della pianta.

Il chitosano è un polimero organico derivato dalla chitina, un componente dello scheletro di insetti e crostacei oltre che delle pareti cellulari dei funghi. Nel corso dell’evoluzione le piante hanno imparato a riconoscere la presenza di questi componenti sviluppando dei recettori di allarme che quando attivati, innescano una serie di reazioni di difesa anche molto intense.

Per questo motivo il chitosano ha sempre avuto un certo utilizzo anche in agricoltura e nella protezione delle colture, ora questo impiego è stato regolato dall’Unione Europea che ha inserito il chitosano tra le sostanze di base.

L’applicazione del chitosano alle piante stimola una reazione difensiva endogena. I meccanismi difensivi indotti prevedono una protezione fisica attraverso un ispessimento di tessuti e pareti cellulari per bloccare la penetrazione del patogeno e la sua diffusione, ed una protezione biochimica mediante la produzione di composti ad azione antifungina ed antibatterica come fitoalessine ed enzimi idrolitici. Queste reazioni hanno un intensità ed una rapidità che determinano l’efficacia nell'ostacolare lo sviluppo di patogeni e la comparsa di malattie. Il chitosano induce nella pianta uno stato di tensione immunitaria che la rafforza e la rende più pronta nella reazione di ostacolo del patogeno.

Contiene un chitosano a basso peso molecolare ed in soluzione acquosa (al 1,9%), ricavato per semplice idrolisi dalla chitina di granchi prelevati nelle acque fredde della Patagonia. Si tratta di un formulato privo di contaminanti e cloro, il cui intero cicloproduttivo è stato certificato dall'organismo di controllo internazionale IMO.

Confezione: da 1, 3 o 10 litri

Dosaggio:  200-300 cc/100 litri di acqua o 2-3 litri  per ettaro. Applicazioni a 2-3 settimane l'una  dall'altra.

Utilizzo: applicare miscelando con l’acqua per via fogliare o per fertirrigazione.

Può essere applicato su tutte le colture, in particolare:

  • vite, olivo ed agrumi
  • cereali
  • colture da frutto
  • fragola e piccoli frutti
  • colture orticole ed aromatiche
  • piante ornamentali
  • prati e verde pubblico

Il chitosano è stato regolato dall’Unione Europea che lo ha inserito tra le sostanze di base (Reg. di esecuzione EU 563/2014), ovvero sostanze di comprovata sicurezza per uomo ed ambiente che pur non essendo usate prevalentemente per la protezione delle piante abbiano comunque una attività fitosanitaria ed in quanto tali possono essere liberamente impiegate in agricoltura. La sicurezza del chitosano nasce dall’essere una sostanza ad uso alimentare, il che, unito alla sua origine animale è anche condizione soddisfacente ai sensi del Reg. di esecuzione EU 2016/673, perché ne sia consentito l’impiego anche in agricoltura biologica.